venerdì, marzo 16

Saw III 3 Film Critica Recensione Tobin Bell L'Enigmista JigSaw Shawnee Smith

Il mio ultimo articolo su I Am Legend ha sollevato un po' di polemiche. Magari sono stato frainteso e spero di essermi spiegato meglio grazie ai nostri lettori e al potere dei Commenti. Mi sa però che con la recensione di Saw III sarà un po' più difficile potermi appellare al fraintendimento...

Che fine hanno fatto i veri, grandi film Horror, che fine ha fatto il Pathos narrativo, la vera, sana Paura che attanaglia lo spettatore immergendolo in un clima di Suspense e ansia fisica e psicologica?
Saw III è una pellicola che non appartiene al genere thriller, nè può definirsi un buon horror o semplicemente un horror.

Saw III è un prodotto abbastanza fastidioso ed indecente, intollerabile durante i primi dieci minuti all'insegna dello Splatter, della immane violenza gratuita priva di trama, priva di contesto, priva di intrattenimento e di prove attoriali, un pugno allo stomaco, immagini disturbanti che violentano lo spettatore che sperava di poter essere intrattenuto al cinema da un qualunque film horror / thriller... CONTINUA QUI

P.S. : Il proseguo della Recensione contiene un'analisi più esaustiva sugli altri 97 minuti di pellicola e anche i dovuti complimenti al sempre bravo Tobin Bell...

NOTIZIE CORRELATE



2 Commenti:

cleoscorpio ha detto...

beh, già il genere non mi attira, ma dopo questo intervento l'affondo è definitivo...

Francesco ha detto...

Beh che non sia al pari livello degli altri sono d'accordo. Che come horror e trama non sia tra le migliori produzioni anche. Però è sorretto dai due capitoli precedenti ottimi. E' un film di transizione... Più che un 4 secco io gli do un 5 + di stima (come direbbe il buon Ziliani)