mercoledì, marzo 30

Natalie Portman controfigura

Natalie Portman non sa ballare... così bene
Natalie Portman: Oscar e polemiche

Polemica destinata a non sgonfiarsi facilmente, quella abbattutasi su Natalie Portman ed Il Cigno Nero.

L'etoile dell’American Ballet Sarah Lane afferma infatti di aver assunto un ruolo determinante nell'interpretazione artistica di Natalie Portman, essendo la vera interprete delle scene di danza:

«Praticamente tutta la danza l’ho fatta io, Natalie e io abbiamo alternato le riprese. Facevano i primi piani di lei, la faccia e dalle braccia in su, poi facevano le riprese con me, l’intero corpo o un primo piano dei miei piedi. E a quel punto hanno inserito digitalmente la sua faccia sul mio corpo».

Esisterebbe anche un video sugli effetti speciali del film che mostra il montaggio digitale del volto dell'attrice sul corpo della etoile, rimosso prontamente dalla casa produttrice Fox Searchlight.

«Hanno cercato di mantenere questa favola di Natalie diventata ballerina in un anno e mezzo. Il produttore Ari Handel mi ha esplicitamente chiesto di non rilasciare interviste prima degli Oscar.
Provo ammirazione per Natalie Portman, non è mia intenzione cercare notorietà. Voglio semplicemente che la gente sappia che non si può diventare una professionista in un anno e mezzo. Ci vogliono anni per crescere tecnicamente e come artista. È un campo durissimo e i ballerini non ricevono il credito che andrebbe loro riconosciuto».


A difendere Natalie Portman è intervenuto il regista Darren Aronofsky:

«Ci sono ben 139 scene di danza nel film. 111 sono di Natalie Portman. 28 appartengono invece alla sua controfigura Sarah Lane. Questo significa che l’80% delle scene sono state fatte da Natalie».

Questione spinosa che si presta ad una doppia chiave di lettura: se l'intepretazione di Natalie Portman, che le è valsa Oscar e Golden Globe come migliore attrice protagonista, non può essere certamente valutata esclusivamente in base alle sequenze di danza, d'altro canto è plausibile che alcune di queste scene, particolarmente emozionanti, possano condizionare il giudizio dello spettatore che pensa di vedere in azione la bravissima attrice.

L'Academy of Motion Pictures and Arts che assegna gli Oscar era a conoscenza che almeno il 20% delle scene di danza non sono effettivamente interpretate da Natalie Portman?

Se, soltanto adesso, produzione e regista ammettono che Natalie Portman ha avuto una controfigura ed è stato fatto ampio uso di effetti speciali e montaggio digitale, è plausibile ritenere che effettivamente il contributo della bravissima Sarah Lane, ballerina dell’American Ballet, sia magari ben più decisivo rispetto a quanto si possa credere e a ciò che è stato ufficialmente ammesso seppur a denti stretti?

L'appetito vien mangiando, magari le scene di Sarah Lane erano troppo perfette per non essere utilizzate nel film, rinunciarci sarebbe stato un vero peccato...

NOTIZIE CORRELATE



1 Commenti:

Sandra ha detto...

Un bel pasticcio. Non era meglio dire la verità subito e dare i giusti meriti alle giuste persone? Se ne sarebbe sicuramente avvantaggiata anche la Portman...così invece prevalgono dubbi ed ombre.E questo film saràsempre ricordato per questo.