martedì, giugno 10

Box Office Cinema IN & OUT 6 8 Giugno il Pandamonio di Kung Fu Panda

Il botteghino italiano passa dal torpore alla sofferenza

IN
- Kung Fu Panda [N; 14,642; DreamWorks Animation] film d'animazione diretto da Mark Osborne e John Stevenson con le voci originali di Jack Black, Angelina Jolie, David Cross, Seth Rogen, Lucy Liu, Jackie Chan, Dustin Hoffman e Ian McShane sbanca il botteghino in Nord America con 60 milioni di dollari durante il weekend ed una più che ragguardevole media per sala, attesissimo family movie rivolto ad un ampio e variegato target di pubblico che va dai giovanissimi alle fasce adulte in compagnia dei più piccoli, Kung Fu Panda è stato accolto da un coro unanime di critiche positive che rievocano in casa DreamWorks i fasti, l'originalità e la brillantezza del primo Shrek

- Sex and the City [2; 6,3 ; New Line] [-62.8%] [2; 2,3; 01 Distribution (ITA)] di Michael Patrick King con Sarah Jessica Parker, Chris Noth, Kim Cattrall, Kristin Davis e Cynthia Nixon trasposizione cinematografica dell'omonimo telefilm cult scende al terzo posto in Nord America con altri 21 milioni di dollari e supera l'ambito traguardo dei 100 milioni di dollari, in Italia conquista la vetta a scapito di Indiana Jones e Il Regno del Teschio di Cristallo con 1,2 milioni di euro, eccezionale riscontro ben al di sopra di ogni più rosea aspettativa per la riproposizione sul grande schermo dello storico telefilm al femminile che ha segnato una generazione di spettatrici dal '98 al 2004 e che dimostra di non aver ancora esaurito il trasporto delle proprie storie e l'inscindibile legame con il proprio pubblico, evidentemente sottostimato dagli analisti del settore ingannati dell'annosa ritrosia maschile ad ammettere di essere spettatore di telefilm rosa

- You Don't Mess with the Zohan [N; 11,129; Sony Pictures] ultima commedia di Adam Sandler con John Turturro e Emmanuelle Chriqui diretta da Dennis Dugan e scritta da Judd Apatow a fianco dello stesso Adam Sandler esordisce negli U.S.A. & Canada con ben 38 milioni di dollari e una notevolissima media per sala, la stagione cinematografica nordamericana riprende decisamente vigore grazie all'uscita di due commedie forti rivolte ad ampie fasce di spettatori come Kung Fu Panda seguito a ruota da You Don't Mess with the Zohan, Adam Sandler continua a confermare lo sconfinato affetto del pubblico nei suoi confronti con buone prospettive di mettere a segno il prestigioso traguardo del nono film personale che riesce a superare i 100 milioni di dollari al box office casalingo

- Indiana Jones e Il Regno del Teschio di Cristallo [3; 10,4; Paramount] [-49.1%] [3; 2,0; Paramount (ITA)] quarto capitolo della saga dell'avventuriero più famoso della storia del cinema diretto da Steven Spielberg ed interpretato da Harrison Ford, Shia LaBeouf, Cate Blanchett, Karen Allen, John Hurt, Ray Winstone e Jim Broadbent scende al terzo posto negli U.S.A. & Canada con altri 22 milioni di dollari e l'incredibile totale di 253 milioni di dollari dopo sole tre settimane di programmazione, conquista le classifiche di tutto il Mondo con lo stratosferico incasso mondiale di oltre 580 milioni di dollari, in Italia scende al secondo posto con altri 1,1 milioni di euro e ben 10 milioni di euro totali, Indiana Jones ritorna nei cuori e nei cinema dopo 19 lunghi anni d'attesa con il film più atteso dell'intera stagione cinematografica '08, accolto da un autentica ovazione da intere e diverse generazioni di spettatori appassionati che non hanno avuto assolutamente bisogno di essere imboccati da ondate di articoli copia & incolla, web marketing, fuorviante viral marketing e attività di supporto collaterali per sentire, riconoscere e far propria l'unicità dell'epocale, imperdibile ritorno di Indy.

OUT
- Bratz [N; 0,4; Eagle Pictures] lungometraggio in live action sulle celebri bambole Bratz diretto da Sean McNamara ed interpretato da Logan Browning, Janel Parrish, Nathalia Ramos, Skyler Shaye e Chelsea Staub esordisce soltanto all'undicesimo posto in Italia con soli 66.000 euro e una media per copia disastrosa, dopo aver conquistato un pesante OUT al box office nordamericano sfugge la logica commerciale alla base della distribuzione cinematografica in Italia di una pellicola basata su un fenomeno prettamente estero come le dolls & toys Bratz che oltre un anno fa aveva già clamorosamente fallito in patria.

NOTIZIE CORRELATE



1 Commenti:

Altri Libri ha detto...

e bravo Indiana Jones, Spielperg e Lucas saranno contenti.